Il cambiamento inizia da TE

La ragnatela dei nostri pensieri (2023)

La ragnatela dei nostri pensieri spesso ci imbriglia portandoci a fare delle azioni reattive.

Sai che inconsapevolmente, ognuno di noi compie delle azioni reattive, immediate, seguendo il proprio pilota automatico installato nella nostra mente? Così facendo siamo “schiavi” dei nostri pensieri che influenzano negativamente la nostra vita, è così che rimaniamo intrappolati nella ragnatela dei nostri pensieri. Tu sei molto più dei tuoi pensieri, la tua identità si estende oltre i perimetri di quel che pensi.

la ragnatela dei nostri pensieri

Ecco perchè viene definita la ragnatela dei nostri pensieri.

La mente umana è paragonabile alla tela di un ragno in continua evoluzione, intessuta da pensieri, emozioni, e sensazioni. Ogni filo di questa ragnatela rappresenta un aspetto della nostra coscienza, un pensiero che si intreccia con un altro, creando un intricato schema di connessioni. In questo articolo, esploreremo insieme questa ragnatela, scoprendo come i nostri pensieri influenzano le nostre emozioni, azioni e la nostra percezione del mondo che ci circonda.

Attraverso l’occhio attento della mindfulness, imparerai a osservare i pensieri senza giudizio, a comprendere come si collegano tra loro e come puoi liberartene quando diventano vincoli. Scoprirai come la consapevolezza dei tuoi pensieri può portare a una maggiore chiarezza mentale, una calma interiore e un benessere duraturo.

I pensieri agiscono per restringere e per contenere, facendo sì che diventiamo miopi, che il nostro sguardo non riesca a vedere lo spazio delle possibilità, poichè la realtà viene mutata attraverso il filtro della tua mente. Così, quando si attiva il nostro pilota automatico succede che ci fissiamo anzichè spaziare, di insistere al posto che desistere, di resistere, invece che essere presenti.

Come dice il maestro zen Shunryu Suzuki-Roshi, i nostri pensieri sono una ragnatela e noi spesso ci comportiamo come gli insetti che rimangono intrappolati al suo interno e che, una volta icastrati, iniziamo ad agitarci sempre di più per liberarcene, non realizzando che così facendo ci imbrigliamo sempre di più. Considerando che la mente umana produce circa 60.000 pensieri in un giorno e tenendo presente che la maggior parte di essi è rappresentata da preoccupazioni, giudizi e rimorsi, non è difficile comprendere come siamo inquinati nella nostra condizione umana.

Allora che cosa possiamo fare?

La mindfulness ci insegna come uscire dalla ragnatela

La mindfulness ci insegna come uscire dalla ragnatela, cioè a fare un passo di lato. Significa rallentare, smettere di dimenarsi, prendendo atto di essere intrappolati, ossia imbriglialti nei pensieri. La tappa successiva consiste nel decentrarsi dai pensieri rivolgendo la nostra attenzione al respiro, ai suoni attorno a noi, al contatto del corpo sulla superficie di appoggio, a qualunque sensazione fisica sia presente negli arti, al movimento del nostro addome mentre stiamo respirando, piuttosto che agli oggetti che si trovano vicino a noi.

La Mindfulness ci permette di diventare più presenti a ciò che accade dentro di noi e fuori da noi, istante dopo istante. In questo modo possiamo smettere di agitarci e fare il famoso passo di lato e iniziare un processo di cambiamento della nostra vita. Le condizioni esterne non sono cambiate, la ragnatela si trova ancora lì, ma cambia il punto di vista da cui la guardiamo.

Così, se siamo disposti a decentrarci dai nostri pensieri, coltivando la mindfulness nella nostra quotiditanità, la sofferenza fisica, psicologica o emotiva e gli stati quali l’insonnia, l’ansia, l’insicurezza, la scarsa fiducia in se stessi, il senso di insoddisfazione, la rabbia, le preoccupazioni insistenti e le più svariate difficoltà che ci attanagliano, perdono la loro intensità.

La pratica regolare della mindfulness ti condurrà a un profondo senso di consapevolezza di te stesso e del mondo circostante. Imparerai a percepire il presente con una nitidezza rinnovata, consentendo una connessione più profonda con le tue emozioni e sensazioni fisiche. La tua capacità di gestire lo stress e le sfide quotidiane crescerà, poiché sarai più in grado di rispondere in modo calmo ed equilibrato.

Oltre a ciò, la mindfulness può avere un impatto positivo sulla tua salute fisica. Ridurrà la tensione muscolare e migliorerà il tuo sistema immunitario, promuovendo una salute generale ottimale.

Inoltre, scoprirai come la pratica costante della mindfulness può trasformare la tua relazione con gli altri. Sarai più empatico, ascoltando veramente gli altri senza giudizio. Questa capacità di connessione più profonda migliorerà le tue relazioni interpersonali, sia a livello personale che professionale.

Infine, la mindfulness può essere un faro luminoso nel buio delle tue giornate. Ti aiuterà a ritrovare la serenità anche nei momenti più difficili, offrendoti un’ancora di stabilità e calma.

Iscriviti al podcast di solo mindfulness

Condividi articolo

Post correlati

error: Contenuto protetto

Il sito marziagotti.it utilizza i cookie per garantire un’esperienza ottimale di navigazione. Per approfondimenti puoi leggere la cookie policy e la privacy policy.

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi i nostri ultimi post del blog direttamente nella tua casella di posta!

Iscrivendoti acconsenti al trattamento dei tuoi dati personali secondo la nostra  policy